09-04-2024
POVERE CREATURE
Sabato 6 e Domenica 7 Aprile ore 21:00 - Biglietto intero: 6 euro - Biglietto ridotto: 5 euro . V -14
ACQUISTA ONLINE
Un film di Yorgos Lanthimos con Emma Stone, Mark Ruffalo, Willem Dafoe, Ramy Youssef, Christopher Abbott. Genere Commedia durata 141 minuti. Produzione USA 2023. PER APPROFONDIRE UN FILM I VARI ASPETTI DI UN FILM COMPLESSO PUBBLICHIAMO LA VALUTAZIONI DELLA COMMISSIONE NAZIONALEVALUTAZIONI FILM DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA
Non ci si può aspettare un racconto lineare e accomodante da un regista geniale e provocatorio come Lanthimos. Basta citare alcuni suoi titoli per tracciare il perimetro del suo orizzonte narrativo, la direzione del suo sguardo: The Lobster (2015), Il sacrificio del cervo sacro (2017) e La favorita (2018). Autore considerato già cult, con Povere Creature! è destinato a turbare e conquistare. Prendendo le mosse da un racconto di Alasdair Gray e sceneggiato da Tony McNamara (candidato allOscar per il copione de La Favorita), il nuovo film di Lanthimos ci introduce in un mondo che accosta il favolistico alla commedia nera, al dramma feroce. Lanthimos è un autore dallo sguardo vigoroso e allegorico; fotografa la realtà con lenti deformanti, disegnando sentieri surreali e lividi. Qui mette in scena una favola capovolta, nerissima: sembra riprendere la figura di Alice di Lewis Carroll per calarla in uno scenario claustrofobico, ammaliante e gotico. Bella è un po Alice ma anche una creatura come Frankenstein uscita dalla penna di Mary Shelley. Splendida daspetto, svuotata però nella personalità, pronta a essere riplasmata dal suo creatore Godwin come sempre notevole linterpretazione di Willem Dafoe , che lei chiama God, dio. Ma qualcosa va storto: Bella matura subito idee proprie, desideri, insofferenze. Alla prima occasione, fugge via e si immerge nel mondo, che però non le risparmia nulla: dalliniziale ebbrezza, anche fisico-sessuale, per passare rapidamente alla povertà, disparità sociale, mercificazione del corpo della donna e crudeltà da parte di uomini predatori. Il romanzo di Alasdair Gray sottolinea Lanthimos appare fin da subito davvero visionario e molto complesso grazie aisuoi temi, al suo umorismo, ai suoi personaggi, al suo linguaggio [...] Fondamentalmente, era una storia sulla libertà di una donna nella società. E chiarendo la traiettoria narrativa della sua opera, il regista aggiunge: Cera bisogno di creare un mondo in cui far abitare Bella. Non poteva essere qualcosa di realistico. Abbiamo cercato di esulare dal periodo storico in cui il film è ambientato, inserendo alcuni elementi di altre epoche, perché questo ci consente di rendere il film più simile a una fiaba, a una metafora. Quindi, ci sono vari elementi fantascientifici, anacronistici o immaginari. Lanthimos strappa sorrisi e inquietudini allo spettatore, chiamato a seguire le vicissitudini di Bella punto di vista narrante per fare esperienze (brutali) della realtà. Il racconto sa essere colto, profondo, ilare, grottesco ed esplicito. Lautore non risparmia nulla alla sua Bella, ma neanche allo spettatore. Povere Creature! si rivela unopera di certo interessante, acuta e visionaria, ma di non facile cooperazione; per tali motivi, infatti, è indicata a un pubblico adulto capace di gestire i temi in campo. Povere Creature! è un film complesso, problematico, per dibattiti. Per i temi e il linguaggio in campo, il film richiede un pubblico adulto. Tematica Amore-Sentimenti, Animali, Arte, Cinema nel cinema, Dolore, Donna, Educazione, Famiglia, Famiglia - genitori figli, Fantascienza, Letteratura, LGBTQ+, Libertà, Metafore del nostro tempo, Politica-Società, Psicologia, Scienza, Sessualità, Violenza